Cos’è il credito di imposta per le imprese di produzione cinematografica ed audiovisiva?

L’art. 15 della legge n. 220 del 2016, meglio conosciuta come Legge Cinema
prevede un credito d’imposta riservato alle imprese di produzione cinematografica ed audiovisiva; Il DECRETO 15 marzo 2018 reca infatti le Disposizioni applicative in materia di credito di imposta per le imprese di produzione cinematografica ed audiovisiva, di cui all’articolo 15, della legge 14 novembre 2016, n. 220.

Quant’è la misura stabilita ?

Il DECRETO 15 marzo 2018 stabilisce le disposizioni applicative in materia di crediti d’imposta riconosciuti alle imprese di produzione cinematografica e audiovisiva, in misura non inferiore al 15 per cento e non superiore al 30 per cento del costo complessivo di produzione di opere audiovisive.

Chi sono i Soggetti beneficiari ?

Fatto salvo quanto stabilito dall’art. 12, comma 3, del DECRETO 15 marzo 2018, sono ammessi ai benefici previsti nel presente decreto i produttori indipendenti:
a) che abbiano sede legale nello Spazio Economico Europeo;
b) che, al momento dell’utilizzo del beneficio, siano soggetti a tassazione in Italia per effetto della loro residenza fiscale, ovvero per la presenza di una stabile organizzazione in Italia, cui sia riconducibile l’opera audiovisiva cui sono correlati i benefici;
c) che abbiano capitale sociale minimo interamente versato ed un patrimonio netto non inferiori a quarantamila euro, sia nel caso di imprese costituite sotto forma di società di capitale sia nel caso di imprese individuali di produzione ovvero costituite sotto forma di società di persone; tali limiti sono ridotti all’importo di diecimila euro in relazione alla produzione di cortometraggio, ovvero di opere destinate al pubblico prioritariamente per mezzo di un fornitore di servizi media audiovisivi su altri mezzi;
d) che siano diversi da associazioni culturali e fondazioni senza scopo di lucro;
e) che siano in possesso di classificazione ATECO J 59.1.

Quali sono le opere audiovisive eleggibili al credito d’imposta ?
Le opere audiovisive eleggibili al credito d’imposta sono:
a) le opere cinematografiche o film;
b) le opere audiovisive destinate al pubblico prioritariamente per mezzo di un’emittente televisiva nazionale;
c) le opere audiovisive destinate al pubblico per mezzo di un fornitore di servizi media audiovisivi su altri mezzi.

Quali altri requisiti sono previsti  al credito d’imposta ?

Il DECRETO 15 marzo 2018 pubblica le seguenti tabelle : 

TABELLA A: Eleggibilità culturale opere cinematografiche,  televisive e web

TABELLA B: Costi di produzione  (come specificati nella modulistica predisposta dalla DG Cinema)

TABELLA C: Elenco diritti patrimoniali dell’opera  (in capo al produttore)

Si rimanda alla lettura integrale del    DECRETO 15 marzo 2018, recante Disposizioni applicative in materia di credito di imposta per le imprese di produzione cinematografica ed audiovisiva, di cui all’articolo 15, della legge 14 novembre 2016, n. 220 pubblicato in G.U.  n.120 del 25-5-2018 – Suppl. Ordinario n. 24.

 

Il testo Disciplina del cinema e dell’audiovisivo italiano, pubblicato da Lexasis, argomenta sul credito di imposta per le imprese di produzione cinematografica ed audiovisiva, quale componente necessaria alla produzione audiovisiva. 

Per  Approfondire –  Disciplina del cinema e dell’audiovisivo italiano

 

 

Seguici sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial