Bando per i Contributi selettivi 

E’ stato pubblicato il Bando per la concessione di contributi selettivi per la scrittura, lo sviluppo e la preproduzione, la produzione, la distribuzione nazionale di opere cinematografiche e audiovisive – articolo 26 della legge n. 220 del 2016 – Anno 2018

Quali sono le scadenze  ?

a) prima sessione: dal 18 giugno al 9 luglio;
b) seconda sessione: dal 3 settembre al 27 settembre;
c) terza sessione: dal 31 ottobre al 30 novembre

Cosa sono i Contributi selettivi ?

L’Articolo 26 della legge  n. 220 / 2016, o  Legge Cinemastabilisce che il Ministero dei Beni culturali, a valere sul Fondo per il cinema e l’audiovisivo, concede contributi selettivi da destinare ad opere cinematografiche e audiovisive per:
1. La scrittura
2. Lo sviluppo
3. La produzione
4. La distribuzione nazionale e internazionale

A quali opere audiovisive sono destinati tali contributi ?

Tali contributi sono destinati, prioritariamente alle opere cinematografiche e in particolare alle opere prime e seconde ovvero alle opere realizzate da giovani autori ovvero ai film difficili realizzati con modeste risorse finanziarie ovvero alle opere di particolare qualità artistica realizzate anche da imprese non titolari di una posizione contabile ai sensi dell’articolo 24 della legge nonché alle opere che siano sostenute e su cui convergano contributi di più aziende, siano esse più piccole o micro aziende inserite in una rete d’impresa o più aziende medie.

Cosa intendiamo per film difficile ?

Trattando dei contributi selettivi bisogna evidenziare come la Legge Cinema introduca il concetto di film difficile. L’art. 26 della legge n. 220 / 2016 recita infatti che i contributi selettivi sono destinati prioritariamente alle opere cinematografiche e in particolare alle opere prime e seconde ovvero alle opere realizzate da giovani autori ovvero ai film difficili realizzati con modeste risorse finanziarie ovvero alle opere di particolare qualità artistica realizzate anche da imprese non titolari di una posizione contabile ai sensi dell’articolo 24 della legge nonché alle opere che siano sostenute e su cui convergano contributi di più aziende, siano esse più piccole o micro aziende inserite in una rete d’impresa o più aziende medie convergenti temporaneamente, anche una tantum, per la realizzazione dell’opera.

Quali imprese ne possono beneficiarie ?

Il Ministero concede altresì contributi selettivi alle imprese operanti nel settore dell’esercizio cinematografico e alle imprese cinematografiche e audiovisive appartenenti a determinate categorie. Le imprese beneficiarie sono individuate prioritariamente tra:
a) Quelle di nuova costituzione
b) Le start-up
c) Quelle che abbiano i requisiti delle micro imprese ai sensi della normativa europea in materia di aiuti di Stato, con particolare riferimento alle piccole sale cinematografiche ubicate nei comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti.

Quali altri possibili contributi sono ad oggi previsti ?

La Legge cinema prevede un  sistema molto articolato, come accennato, con il concorso di incentivi fiscali, contributi selettivi e contributi automatici. Affronteremo i contributi selettivi in un prossimo incontro. Si consiglia perciò continuo aggiornamento al sito MIBACT 

Per  Approfondire 

Disposizioni applicative in materia di contributi selettivi di cui all’articolo 26 della legge 14 novembre 2016, n. 220

 

Seguici sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial